Italian English

MADE Expo torna protagonista in Fiera a Milano: le novità dell’edizione 2021

Dal 22 al 25 novembre 2021 torna a Milano l’appuntamento biennale per il settore delle costruzioni.

Quattro le nuove aree tematiche che caratterizzeranno l’edizione autunnale di MADE: BIM e tecnologie, costruzioni e materiali, porte finestre e chiusure, involucro e outdoor. 

I temi chiave della prossima edizione di MADE expo guardano non solo all’attualità ma anche al futuro, con contenuti e proposte in linea con l’evoluzione del mondo delle costruzioni per accompagnare professionisti e imprese verso nuovi scenari.

La manifestazione aprirà in contemporanea con la mostra Sicurezza e la fiera Smart Building Expo e fino al 31 agosto sono previste tariffe agevolate per le aziende che decideranno di esporre.

L’intervista a Mario Franci, Amministratore Delegato di MADE Eventi.

MADE Expo 2021: Insieme per costruire il futuro

Ing. Franci, MADE Expo torna protagonista nel polo fieristico di Rho: quali le novità della decima edizione?

«La più importante è senz’altro il ritorno in presenza della fiera internazionale del mondo delle costruzioni, la prima di quest’anno dopo la ripartenza. Un’altra novità è che rispetto all’ultima edizione, MADE Expo ha cambiato assetto proprietario e oggi Fiera Milano ne detiene la maggioranza, il 60% per la precisione. La manifestazione mantiene il suo carattere ma con una spinta ancora più forte: Fiera Milano sta investendo molto sui suoi eventi per aumentarne visibilità e portata. Un’altra importante novità riguarda la compresenza di due rilevanti appuntamenti fieristici. Nei quattro padiglioni della Fiera a Rho, MADE si svolgerà in concomitanza con Sicurezza, la mostra biennale internazionale del settore security & fire, e Smart Building Expo, la manifestazione della Home and Building automation e dell’integrazione tecnologica. Una scelta nata per creare sinergie, generare un interesse allargato, fare sistema e ampliare l’offerta nei confronti del visitatore massimizzando le occasioni di confronto e aggiornamento. Ovviamente durante la quattro giorni fieristica ci saranno percorsi formativi e aree dinamiche stimolanti che si affiancheranno all’esposizione di prodotti, a workshop, a spazi per incontri B2B e a laboratori».

Le aree tematiche a MADE Expo 2021

Quali sono le aree tematiche e merceologiche dell’edizione 2021?

«Quest’anno abbiamo quattro aree tematiche. Si parte con un classico, ossia «porte, finestre e chiusure» per serramentisti, progettisti, rivenditori e imprese di costruzione. Non manca poi l’area dedicata al mondo «dell’involucro e dell’outdoor», dai sistemi di copertura e di facciata opachi e trasparenti, al settore del vetro e delle schermature solari. Vi è poi tutta la componente riguardante le soluzioni hardware e software con l’area «BIM e tecnologie», per esplorare le nuove opportunità connesse all’uso del Building Information Modeling nei processi di progettazione, costruzione e manutenzione delle opere. E infine l’area «costruzioni e materiali» che quest’anno è particolarmente rilevante in quanto rappresenta l’hub della sfida che il comparto è chiamato ad affrontare: dall’innovazione dei materiali, al loro efficientamento, dalla sostenibilità, fino alla sicurezza. Aziende molto importanti per il nostro settore hanno già deciso di partecipare a MADE 2021, come Italcementi e Unical Calcestruzzi».

A oggi quale riscontro avete avuto a livello di adesione e supporto da parte di Associazioni e Federazioni del settore? 

«Il sostegno della Building Community nei confronti di MADE Expo è a 360°, anche perché è sempre stata considerata come la fiera di riferimento e l’attenzione è reciproca. MADE rappresenta la fiera leader in Italia per il settore dell’edilizia, recentemente la stessa Federbeton è diventata Sponsor Ufficiale dell’edizione 2021, ma in generale aziende e associazioni stanno rispondendo bene. C’è un desiderio diffuso di tornare a incontrarsi dal vivo, toccare con mano prodotti, sistemi e mostrare da vicino l’innovazione che nell’ultimo anno e mezzo non si è riusciti a fare vedere al mercato».

Made Expo non è solo una vetrina per le più evolute tecnologie e soluzioni costruttive ma anche l’occasione per affrontare dal punto di vista contenutistico le tematiche strategiche per il settore. Cosa prevede il programma a livello di incontri e convegni e quali temi saranno affrontati? Sono previsti eventi in streaming?

«Come sempre, oltre ai settori merceologici, MADE proporrà anche un ricco programma di incontri di approfondimento, momenti di confronto B2B e non solo. Saranno affrontati i temi della sostenibilità energetica, dell’innovazione nel settore dell’edilizia e delle costruzioni, ma non solo, si parlerà anche di nuovi modelli di business dal punto di vista della progettazione e dell’impiantistica. Anche il tema della qualità dell’abitare sarà centrale. Dopo questo periodo di emergenza sanitaria le nostre case hanno assunto una nuova valenza, il comfort abitativo è diventato un’esigenza imprescindibile e i Bonus statali hanno reso accessibili grandi opere di riqualificazione e ristrutturazione, per cui non mancheranno focus anche sul Superbonus 110%. Gli eventi e i convegni saranno trasmessi in streaming sui nostri canali digitali e tratteranno tutti questi temi, dal punto di vista sia tecnico sia normativo. In particolare con The Place To Build».

Cos'è esattamente The Place To Build?

«The Place To Build è stato lanciato qualche settimana fa a Venezia ed è un’area interamente dedicata ai temi portanti della nuova edizione della Fiera intorno a cui rilanciare un settore industriale strategico per lo sviluppo del Paese e per la sua crescita. Un percorso culturale, progettuale e industriale basato sui valori del risparmio, dell’efficienza, dell’etica, della qualità, della trasparenza e della sicurezza. Quindi i materiali, l’uso del legno e poi anche sui temi come la sicurezza degli ambienti. È un contenitore di eventi a cui parteciperanno in qualità di relatori architetti, progettisti, ma anche personalità istituzionali, imprenditori, accademici: qualità, sostenibilità e innovazione saranno le parole chiave».

Le agevolazioni per esporre a MADE Expo

Quali agevolazioni avete previsto per le aziende che decidono di partecipare a MADE?

«Per le aziende l’adesione a MADE 2021 rappresenta l’opportunità di ritornare in contatto con il proprio target, i buyers e i contractor, i distributori, le imprese e i professionisti progettisti, per la prima volta dopo oltre un anno. Chi decide di esporre potrà beneficiare di una una tariffa agevolata valida fino al 31 agosto. Esserci farà la differenza, le fiere più che mai oggi sono un momento per fare sistema e stimolare la ripresa del comparto. Tra l’altro stiamo preparando una sopresa per tutti i nostri espositori e visitatori .. una ciliegina sulla torta che renderà ancora più coinvolgente la partecipazione a MADE».

Fonte: ingenio-web.it
Pagina visualizzata 1083 volte